Prorogate le detrazioni fiscali eco bonus per tutto il 2014

Ottobre ha portato una novità per caldaie e condizionatori, più in generale per ciò che concerne gli interventi orientati a migliorare il risparmio energetico dell’edificio.
Nella Legge di Stabilità, con un intervento dell’ultimora o quasi, il governo ha prorogato per altri 12 mesi i bonus per ristrutturazioni e riqualificazioni nell’edilizia.
Gli eco bonus per le ristrutturazioni edilizie sono stati prorogati anche al prossimo e saranno pari rispettivamente al 50% e al 65% per il 2014, confermando l’agevolazione introdotta per il 2013, e scenderanno al 40% e al 50% per il successivo biennio 2015-2016.

Le detrazioni del 65% continueranno a riguardare gli interventi volti a migliorare il risparmio energetico dell’edificio, quelle del 50% per le normali ristrutturazioni, con possibilità di ottenere anche il bonus mobili ed elettrodomestici, altro successo di questi mesi; e sempre con tetto di 96mila euro totali per unità abitativa.

La progressiva riduzione delle aliquote, prevista a partire dal prossimo gennaio, comincerà pertanto solo con l’arrivo del 2015: il bonus energia passerà al 50%, quello ristrutturazioni al 40%. Infine, nel 2016, entrambi i bonus torneranno al 36% usuale di detrazione. 

Nonostante non sia arrivata la tanto auspicata stabilizzazione per i prossimi anni delle agevolazioni fiscali, questa proroga rappresenta comunque un passo molto importante in quanto tiene in debita considerazione gli interessi dei cittadini che saranno impegnati nei lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica, con ricadute sulla vendita di caldaie e condizionatori.

Prima del Consiglio dei ministri di ieri si temeva che potesse esserci una riduzione degli incentivi fiscali già a partire dal 2014 (in realtà la cosa era prevista) e invece (un po’ a sorpresa) è arrivato questo allungamento di 12 mesi della detrazione Irpef del 50% e della detrazione Ires-Irpef del 65% che permette anche di poter avere a disposizione più tempo effettivo per poter realizzare i lavori e usufruire delle agevolazioni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>