caldaia a pellet

La stufa a pellet

caldaia a pellet Quest’oggi, cari lettori del blog di Clima Store, cercheremo di definire ed esporvi le caratteristiche della stufa a pellet, un prodotto che sta acquistando sempre più ammiratori e compratori.

La sua funzione è, ovviamente, quella di riscaldare gli ambienti. Essa presenta caratteristiche simili, ma allo stesso tempo molto diverse da quelle delle normali stufe a legna.

Animo ecologico della stufa a pellet

La stufa a pellet è considerata come prodotto ecologico. Questo perché il pellet è facilmente realizzabile utilizzando solo gli scarti dei processi di segatura, è evitato, in tal modo, l’abbattimento di nuovi alberi.

Essa, inoltre, è considerata come prodotto pulito perché non necessita il trasferimento del combustibile dalla legnaia all’abitazione e, operando in un regime di depressione, non produce fuoriuscita di fumo all’interno dell’ambiente.

Struttura, dimensioni e manutenzione della stufa a pellet

La struttura delle stufe a pellet risulta essere molto simile a quella delle stufe classiche. Il pellet è conservato in un serbatoio che può possedere una capienza con portata che oscilla tra i quindici ed i sessanta chilogrammi. Il pellet viene trasportato all’interno del braciere, attraverso l’utilizzo di una coclea (o vite infinita).

I materiali più comuni usati per la fabbricazione delle stufe a pellet sono la ceramica e l’acciaio. La differenza tra i due materiali si trova nella loro resistenza al calore: l’acciaio riesce a raggiungere temperature molto elevate, ma si raffredda molto presto; mentre la ceramica riesce a mantenere a lungo il calore, senza scottare.

La canna fumaria appare notevolmente ridotta in termini di dimensione, rispetto alle normali stufe a legna. Il suo diametro misura tra gli 80 ed i 100 millimetri.

Per una buona manutenzione adatta a quest’innovativa tipologia di stufe, è davvero importante attuare una pulizia accurata e frequente del braciere e del cassetto cenere. Per la pulizia più approfondita dell’intero strumento di riscaldamento, che si consiglia di eseguire almeno una volta l’anno, se non si è particolarmente pratici, potrebbe rivelarsi utile contattare un tecnico professionista.

Funzionamento della stufa a pellet

Come nel caso dei più comuni elettrodomestici, anche la stufa a pellet necessita, di un collegamento alla rete elettrica. Il funzionamento di questa stufa è completamento autonomo: l’accensione è gestita da una resistenza elettrica, mentre la capacità del serbatoio gestisce l’autonomia.funzionamento stufe a pellet

Il pellet viene bruciato grazie alla fiamma, la quale viene accesa tramite il divenire incandescente da parte della resistenza elettrica.

Grazie alla sua caratteristica di tiraggio forzato, la stufa a pellet riesce a far confluire all’interno della canna fumaria, ed all’esterno, anche i residui della stessa combustione.

Con l’innesto dei cronotermostati, l’accensione e lo spegnimento delle stufe a pellet, possono essere impostate secondo le variabili di tempo e temperatura, la velocità della ventola ed i gradi di temperatura.

Sulla potenza del singolo modello di stufa a pellet, incide, la grandezza di tale stufa, la regolazione applicata dall’utente ed anche il tipo e quantità di pellet usato per la combustione.

Conclusioni sulla stufa a pellet

La stufa a pellet risulta essere, ad’oggi, il sistema di riscaldamento per ambienti più conveniente e funzionale possibile.

Non inquina l’aria, evita l’abbattimento d’alberi e produce più calore. Allora? Cosa aspettate?! Noi del Blog di Clima Store vi invitiamo a fare la conoscenza delle magiche tipologie di stufe a pellet.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>