idraulico lupo alberto

Corretto scarico dei prodotti di combustione

idraulico lupo albertoL’estate ormai sta finendo, le amate vacanze stanno giungendo al termine, presto, rinvigoriti da questo periodo di mare e relax, ricominceremo la nostra vita lavorativa. Ma insieme all’estate andrà via anche il caldo per far posto a temperature più rigide. Pian piano, inizieremo a mettere in stand-by i nostri climatizzatori per azionare, invece, il nostro prezioso sistema di riscaldamento.

In relazione all’utilizzo dei sistemi di riscaldamento, sono molte le indicazioni e le precauzioni da tenere sotto controllo, anche durante l’istallazione dell’impianto.

Tra le più importanti possiamo menzionare il gruppo di operazioni volto a sviluppare e mantenere un corretto scarico dei prodotti di combustione, generati dai sistemi a gas di riscaldamento domestico. In queste poche righe cercheremo di darvi più indicazioni e suggerimenti possibili proprio per aiutarvi nell’esecuzioni di tali operazioni.

Raccomandazioni autorevoli per il corretto scarico di prodotti di combustione

L’Associazione dei produttori di apparecchi e componenti per impianti termici, Assotermica, in accordo con il CIG (Comitato Italiano Gas) e con Confindustria Ceced Italia (l’associazione dei produttori di camino e canne fumarie), ha diramato alcune raccomandazione e accortezze autorevoli da tenere in larga ed accurata considerazione nel processo volto a stabilire, a sviluppare un corretto scarico dei prodotti di combustione.

Con ciò si spera di semplificare e annullare le incertezze interpretative delle norme in materia di istallazione di sistemi di riscaldamento conformi alle norme vigenti e di favorire la messa in sicurezza di tutti quegli impianti di riscaldamento inadeguati e provvisti ancora tutt’oggi di inadeguate, inefficienti ed obsolete canne fumarie.

Queste raccomandazioni autorevoli per il corretto scarico di prodotti di combustione, sono state contemplate all’interno di un studio approfondito anche in relazione al veloce sviluppo tecnologico nell’ambito delle più innocue emissioni inquinanti.

Indicazioni sulle modalità corrette di scarico di prodotti di combustione

A seguito di nuovi interventi riguardanti gli impianti di riscaldamento appartenenti ad edifici costituiti da più abitazioni, al fine di raggiungere un efficiente e corretto stato di scarico dei prodotti di combustione, questi nuovi impianti devo essere collegati a camini o canne fumarie tramite un sbocco presente sul tetto dell’edificio. La quota indicata per tali sbocchi è prescritta dalla regolamentazione legislative e dalla normativa tecnica vigente in materia.scarico tetto caldaia a gas

I casi in cui appare necessario lo scenario d’azione descritto sono i seguenti:

  • installazione di nuovi impianti termici centralizzati o autonomi;
  • ristrutturazione dei vecchi impianti termici centralizzati o della totalità di quelli autonomi;
  • trasformazione dell’impianto termico centralizzato in tanti impianti autonomi.

Risulta possibili invece far evacuare i prodotti di combustione a parete, in virtù di un’istallazione di un singolo generatore di calore a gas a condensazione che non possieda un valore di emissione superiore ai 70mg/KWh, ma anche qui, solo in determinati casi:

  • sostituzione di una singola caldaia che scaricava a parete o nella canna collettiva e ramificata;
  • un singolo distacco dall’impianto termico centralizzato;
  • installazioni o ristrutturazioni di impianti termici individuali all’interno di un edificio, precedentemente mai dotato di alcun tipo di impianto termico e sprovvisto di camino, canna fumaria o sistema di evacuazione fumi funzionale ed idoneo allo scopo;

È possibile lo scarico di prodotti di combustione a parete anche nel caso in cui venga istallato un generatore ibrido, composto da almeno una caldaia a condensazione a gas a basse emissioni ed una pompa di calore. Anche in questo caso, però, per poter permette lo scarico a parete, è ulteriormente indispensabile il verificarsi della trasformazione da impianto termico centralizzato ad impianti termici autonomi in un edificio comprendente una massimo di quattro piani.

Ciò rappresenta le principali raccomandazioni e consigli utili per un corretto scarico di prodotti di combustione di un sistema di riscaldamento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>