Donna coperta per tepore

Come scegliere la migliore caldaia?

Donna coperta per teporeScegliere un nuovo elettrodomestico per la nostra abitazione non è mai un’azione semplice. Dubbi su quale marca scegliere e sulla convenienza del prezzo ci sovvengono subito alla mente, appena entrati in negozio.

L’acquisto e la scelta di una caldaia rappresentano proprio un esempio di ciò. Scegliere la propria caldaia ideale, soprattutto se non si è del settore, non è mai semplice.

Bisogna tener conto d’ogni nostra singola esigenza e scegliere un modello che sia quanto più prossimo possibile ai nostri desideri.

In quest’articolo, lo staff di Blog ClimaStore, cercherà di fornirvi consigli e suggerimenti utili al fine di scegliere la migliore caldaia, quella più adatta a voi.

Caldaia semplice o combinata

La prima domanda da porci al momento di scegliere la nostra migliore caldaia, è relativa al suo futuro utilizzo, essa servirà per il solo riscaldamento d’ambiente o verrà utilizzata anche per riscaldare l’acqua? In relazione alla risposta, dovrà essere scelta una tipologia di caldaia semplice o combinata.

Se avete bisogno di una caldaia per il riscaldamento del solo ambiente circostante, potete tranquillamente scegliere di acquistare un modello standard di caldaia, stando però attenti a valutare bene il volume dell’ambiente da riscaldare in relazione alla potenza della caldaia ed il luogo futuro d’istallazione della caldaia. Ad esempio, se essa verrà istallata all’interno, andrà bene un modello a camera stagna, se invece il luogo adibito si trova all’esterno, sarebbe opportuno acquistare una caldaia a camera aperta.

Nel caso di caldaie combinate (o miste) possiamo optare per una tipologia di caldaie combinate con produzione istantanea d’acqua calda o una, cosiddetta, ad accumulo. La differenza si trova nel fatto che, mentre nella prima tipologia citata, appena viene aperto un rubinetto, la caldaia si avvia ed inizia a riscaldare l’acqua, nelle caldaie ad accumulo, è presente un serbatoio nel quale viene riscaldata una certa quantità d’acqua (in media tra i sessanta ed i cento litri).

Scegliere la migliore classe energetica

Altro fattore fondamentale, indispensabile per una corretta scelta della nostra migliore caldaia, è rappresentato dalla sua classe energetica.

In seguito alla normativa del 15 novembre 1996, il Dpr n.660, le caldaie vengono suddivise in 4 diverse classi d’efficacia ed energetiche. Tali classi vengono identificate dall’utilizzo di stelle. Un maggior numero di stelle rappresenterà una classe energetica di maggior qualità. Ad ogni caldaia viene accostata una determinata classe energetica, in relazione a quanta energia essa trasferisce (dall’aria o dall’acqua) nei tubi adibiti al riscaldamento dell’abitazione.

Acquistare una caldaia provvista di quattro stelle porta a spendere inizialmente di più, ma con il passare del tempo questa spesa verrà ridotta, grazie ai consumi molto più contenuto di questa tipologia di caldaia d’elite. Le caldaie a condensazione rappresentano un validissimo esempio di ciò.

Manutenzione della caldaia

La manutenzione della caldaia deve essere effettuata almeno una volta l’anno al fine di garantire sicurezza ed efficienza durature nel tempo. Le informazione riguardanti tale operazione possono essere trovate nel libretto d’istruzione della stessa caldaia. L’assenza di un buon processoverifica manutenzione caldaie di manutenzione porta la caldaia a produrre meno calore e consumare più combustile.

Ogni due anni, invece, risulta fondamentale portare a termine nel migliore dei modi la verifica del rendimento della combustione. Attraverso questo processo, è possibile verificare e definire la sostenibilità ambientale dell’impianto, verrà effettuata l’analisi dei fumi e verrà individuata l’efficienza di combustione, verificando, in tal modo, anche l’efficienza del sistema di scarico fumi.

Il consiglio è quello di affidare ed affidarsi, per il delicato ed importante processo di manutenzione caldaie ad aziende serie, affidabili ed esperte.

Tipologie di caldaie

Le tipologie di caldaie in commercio, in relazione alle loro dinamiche di funzionamento, sono essenzialmente quattro: a camera aperta, a camera stagna, a bassa temperatura e a condensazione.

Per quanto riguarda invece il discorso d’istallazione e nello specifico in relazione al loro punto d’ancoraggio, troviamo le caldaie murali, nel caso d’istallazione su di una parete, e le caldaie a basamento, nel caso in cui la caldaia vada ancorata al pavimento.

Proprio all’interno di queste macrocategorie, seguendo i consigli e suggerimenti proposti per voi in quest’articolo, riuscirete a scegliere la miglior caldaia, la caldaia più idonea ed adatta alle vostre esigenze ed ai vostri desideri.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>