breath-fresh-air

Come scegliere il miglior climatizzatore?

aria fresca

Con l’estate che avanza inesorabile, è sempre più complicato resistere alla voglia di acquistare un climatizzatore. L’afa proprio di queste giornate, l’umidità, unita allo smog nelle grandi metropoli, fa’ sì che desideriamo sempre più l’aria fresca, sana e ripulita, uscente dal nostro caro amico climatizzatore.

Nella scelta del modello da acquistare, però, bisogna stare attenti! Bisogna evitare di effettuare inutili spese rivolte all’acquisto di una tipologia che non serve a noi ed al nostro appartamento, o spese troppo eccessive.

Cari lettori di Clima Blog, in questo articolo cercheremo di darvi indicazioni pratiche ed efficaci per scegliere il miglior climatizzatore, più vicino alle vostre esigenze. Per fare ciò, vi proponiamo i diversi fattori da tenere bene in considerazione al momento di un nuovo acquisto.

Il migliore indice di potenza adatto a voi

La potenza dei climatizzatori, nello specifico, la capacità di refrigerio, viene espressa in Btu/h (British thermal unit/hour). Tale unità di misura indica la capacità propria del climatizzatore di emettere o assorbire calore in un’unità di tempo pari ad un’ora. Quindi, risulta molto importante accertarsi di questa caratteristica al momento dell’acquisto del climatizzatore migliore per voi.

Come fare a scegliere la giusta potenza adatta a voi? Beh è molto semplice, tramite piccole e semplici operazioni matematiche potrete risolvere facilmente il vostro quesito.

Basta calcolare il volume della stanza nella quale volete installare il climatizzatore e moltiplicare tale numero per cento. Ad esempio se la vostra stanza misura 7 metri in lunghezza, 5 in larghezza ed 3 in altezza, il volume sarà uguale alla semplice moltiplicazione 7m*5m*3m=105m3. Ora non vi resta che moltiplicare il volume ottenuto per 100, quindi 105*100=10500. Ecco trovato il vostro numero magico: per una stanza di queste dimensioni, il miglior climatizzatore per le vostre esigenze deve avere una potenza refrigerante di 10500 Btu/h.

Ambiente, nel quale voler installare il climatizzatore

Nell’eventualità in cui siano due le stanze da dover climatizzare, possiamo scegliere se adoperare uno split unico, condiviso o climatizzatori con split propri.

Nel primo caso lo split si troverà nel corridoio adiacente le stanze e converrà acquistare la tipologia di climatizzatori on/off, mentre nel secondo caso il miglior tipo di climatizzatore acquistabile è il tipo dual o trial inverter. In caso di diversi split che agiscono in contemporanea, potreste imbattervi in problemi di diminuzione di potenza.

Etichetta energetica

Altra cosa da dover saper interpretare per poter acquistare il condizionatore migliore per voi, è l’etichetta energetica abbinata ad ogni diverso climatizzatore. Essa indica la classe di efficienza energetica con valori che vanno dalla lettera G (consumi alti) alla lettera A (consumi bassi).etichetta energetica climatizzatori

Dalla lettura accurata dell’etichetta si può evincere anche il consumo indicativo annuo, ovviamente espresso in kW. Tale indice è calcolato in relazione ad un indice d’utilizzo medio del climatizzatore pari a cinquecento ore annue, utilizzato sotto pieno regime della modalità di raffredamento.

Altra indicazione importante, presente nell’etichetta, è rappresentata dall’EER, ossia l’Indice di Efficienza Energetica, espresso dal rapporto tra il freddo emesso dal climatizzatore e l’energia consumata dallo stesso per emettere tale freddo sotto pieno regime.

Le informazioni presenti sull’etichetta energetica possono rivelarsi davvero utili per la scelta del vostro miglior condizionatore possibile.

La miglior tipologia per voi

Oltre che per potenza e consumi i climatizzatori variano tra loro soprattutto in relazione ai diversi modelli. Di seguito le diverse macrotipologie:

  • Climatizzatori portatili: immettono al loro interno l’aria calda della stanza e la gettano fuori tramite un tubo che va collegato all’interno di un apposito foro da creare nella nostra finestra. Questa tipologia di condizionatori è molto rumorosa e rinfresca ben poco.
  • Split portatili: tra i due elementi, uniti dal tubo, passa il liquido refrigerante. Modello non troppo ricercato e prossimo all’estinzione a causa della sua grande rumorosità.
  • Split fissi: al compressore esterno corrisponde un elemento interno, il quale, montato a parete, rinfresca la stanza. Oltre ai modelli classici molto in voga sono ora i modelli inverter.
  • Multi split: più elementi esterni collegati al compressore esterno. Con questo modello si possono determinare temperature diverse per stanze diverse.

Chiaramente scegliere il modello più consono al nostro ambiente è la tecnica indispensabile volta al fine di individuare il migliore climatizzatore.

Accertarsi della presenza dei marchi di garanzia

cane ventilatoreFondamentale è saper individuare i marchi di garanzia. Essi sono attestazioni della conformità del climatizzatore alla normativa di legge vigente. Potete trovare il classico marchio CE (il condizionatore soddisfa i requisiti legislativi che fanno capo alla Comunità Europea) o un marchio di una società indipendente. Ad esempio se trovate la sigla IMQ, dovete fare riferimento al Marchio Italiano di Qualità.

Più certificazioni valide trovate, più il climatizzatore sarà di qualità e quindi migliore. Ovviamente in questo caso anche il prezzo lieviterà.

Ricordate che, in relazione alla direttiva 1999/44/CE, ogni rivenditore vi dovrà assicurare una garanzia sul prodotto valida almeno due anni.

La sicurezza e la garanzia rappresentano due requisiti essenziali per la scelta del miglior condizionatore possibile.

Affidarsi a rivenditori di fiducia

Come per ogni altro acquisto, anche in questo caso, per poter acquistare davvero il miglio climatizzatore adatto a tutte le vostre esigenze, il consiglio primario è quello di affidarsi ad un team d’esperti ed ad un rivenditore di fiducia che possa consigliarvi, senza doppi fini il condizionatore più vicino alle vostre necessità ed ai vostri desideri.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>