730

Come ottenere le detrazioni irpef (eco bonus)

730In qualche precedente post abbiamo parlato delle detrazioni fiscali, e di come le stesse siano particolarmente appetitose che per il 2014, un’occasione da cogliere al volo perché difficilmente, in futuro, cene saranno, perlomeno di pari entità.
Ma come fare per ottenere tali detrazioni?
Noi di Clima Store siamo al fianco della clientela anche in questi frangenti; ci potete chiedere delucidazioni, e qualche spiegazione vogliamo darla con questo post.

La detrazione del 65%, il bonus Irpef, detto eco bonus, per chi esegue lavori di risparmio energetico su un immobile può essere autorizzato ed erogato dopo essere stato indicato nel modello 730.
Più in particolare, il modello 730/2014, dedica il quadro E sezione IV proprio alle spese per questo genere di interventi. Ed è in questa sezione che dovranno essere indicate le spese sostenute dal 2008 al 2013 per interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici esistenti, di qualsiasi categoria catastale, anche rurale.

Attenzione, però. Per gli interventi effettuati dal 2008 al 2012, e per quelli eseguiti dal 1° gennaio al 5 giugno 2013, la detrazione vale non già al 65%, bensì al 55%. 

La detrazione al 65% vale per i lavori eseguiti dal 6 giugno al 31 dicembre 2013. E per quelli che saranno eseguiti quest’anno, ma per i quali, ovviamente, non si può chiedere alcuna detrazione già adesso.

La detrazione sarà ripartita in dieci rate annuali di pari importo. A fruire della detrazione saranno coloro che possiedono o detengono sulla base di un titolo idoneo (ad esempio proprietà, altro diritto reale, concessione demaniale, locazione o comodato) l’immobile sul quale sono stati effettuati gli interventi per conseguire il risparmio energetico, sia i condòmini nel caso di interventi effettuati sulle parti comuni condominiali. Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento, purché abbia sostenuto le spese e le fatture e i bonifici siano intestati a lui.

La documentazione necessaria da produrre consta di:

• la fattura dell’impresa che esegue i lavori

• l’asseverazione di un tecnico abilitato che attesti la rispondenza degli interventi effettuati ai requisiti tecnici richiesti. In caso di più interventi sullo stesso edificio l’asseverazione può fornire i dati e le informazioni richieste in modo unitario

• l’attestato di certificazione (o qualificazione) energetica che contiene i dati relativi all’efficienza energetica dell’edificio

• la scheda informativa relativa agli interventi realizzati, contenente i dati identificativi del soggetto che ha sostenuto le spese, dell’edificio su cui i lavori sono stati eseguiti, la tipologia di intervento eseguito ed il risparmio di energia che ne è conseguito, nonché il relativo costo, specificando quello delle spese professionali, e l’importo utilizzato per il calcolo della detrazione

• la ricevuta dell’invio della documentazione all’ENEA.

 

E la corretta compilazione del Modello 730 2014 – I righi della sezione IV del quadro E del modello 730/2014 che devono essere compilati sono i righi da E61 a E63.

Tutto chiaro?
Se non lo è non esitate a contattare Clima Store.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>