aria condizionata

Climatizzatore monosplit o multisplit? Quale scegliere?

aria condizionataAl giorno d’oggi nascono sempre nuove tecnologie, innovative e particolari, che cambiano di volta in volta, anche il mondo della climatizzazione. Mese dopo mese, anno dopo anno, escono nuovi modelli provvisti di nuove funzioni, nuove caratteristiche e nuovi design.

Proprio a causa di questo veloce e costante sviluppo tecnologico, molto spesso, non si riesce a stare al passo, non si riesce bene a capire cosa riguardi una od un’altra funzione.

Noi del blog ClimaStore ci teniamo a fornirvi ogni informazione utile, volta all’acquisto del climatizzatore giusto per voi, per le vostre esigenze e i vostri desideri e, proprio nell’ottica di descrivervi queste nuove tecnologie, oggi, in questo articolo, daremo risposta ad una domanda sempreverde in ambito climatizzazione: Che differenza c’è tra climatizzatore monosplit e multisplit? Quale scegliere?

Differenze generali tra i sistemi di climatizzazione monosplit e multisplit

La differenza principale tra i sistemi di climatizzazione monosplit e multisplit è semplice ed intuitiva. Ogni climatizzatore monosplit, o meglio ogni unità interna monosplit, deve essere collegati ad un’unità esterna predisposta unicamente per essa. In altre parole ad ogni unità esterna deve corrispondere una ed una sola unità interna del sistema di climatizzazione.

Per quanto riguarda il sistema di climatizzazione multisplit, invece, questo problema è stato risolto. Ad ogni unità esterna possono essere collegate anche più unità interne, nello specifico fino ad un massimo di nove unità. Ognuna di queste unità funziona seguendo la medesima modalità delle altre: raffredda o riscalda l’ambiente e viene azionata, regolata e spenta tramite l’utilizzo di uno specifico telecomando, funzionante solo con la particolare unità interna.

Classificazione climatizzatori multisplit

Normalmente i climatizzatori multisplit vengono classificati secondo il numero massimo di unità interne collegabili ad una stessa unità esterna. I modelli più diffusi e facilmente reperibili sono i seguenti:

  • i climatizzatori Dual: si possono abbinare ad un’unità esterna, un massimo di due unità climatizzatori multisplitinterne. Questo modello di multisplit è indicato nel caso in cui si devono climatizzare due diversi ambienti.
  • I climatizzatori Trial: si possono abbinare ad un’unità esterna, un massimo di tre unità interne. Questo modello di multisplit è indicato nel caso in cui si devono climatizzare tre diversi ambienti.
  • I climatizzatori Quadri: si possono abbinare ad un’unità esterna, un massimo di quattro unità interne. Questo modello di multisplit è indicato nel caso in cui si devono climatizzare quattro diversi ambienti.

Un’altra classificazione dei climatizzatori multisplit, può essere applicata in relazione alle specifiche d’istallazione dell’unità interna:

  • Wall-split: si riferisce alla classiche unità interne, quelle installabili a muro.
  • Cassette: si riferisce a quelle unità predisposte per essere “incastrate” nel soffitto. Queste sono molto adoperate nel commerciale.
  • Incasso: al contrario delle cassette, queste unità interne multisplit, possono essere installate anche all’interno del controsoffitto, divenendo, in tal modo, perfettamente integrate nell’architettura generale dell’edificio.
  • Consolle: rappresentano unità installabili al di sotto di finestre, similmente ai termosifoni.

Scegliere un climatizzatore multisplit o un climatizzatore monosplit?

In realtà, un’unica scelta giusta tra climatizzatore multisplit e climatizzatore monosplit, non esiste. La scelta deve essere fatta seguendo le personali e particolari esigenze e desideri, tale scelta può essere diversa per ognuno di noi. Ad esempio in una normale abitazione, dove basta riscaldare o raffreddare un unico locale, il climatizzatore multisplit assume la forma di un qualcosa di superfluo, mentre acquista importanza se si entra nell’ambito commerciale.

In uffici o negozi scegliere un climatizzatore multisplit, meglio se appartenente alla tecnologia inverter, assicura alti e graditi tassi di funzionamento e significative diminuzioni di consumi. Si paga meno e si climatizza di più.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>